Sentieristica CAI CesenaChi vuol bene alla terra dove è nato e vive, cerca in tutti i modi di onorarla operando per arricchire la propria e la comune cultura, nonché la coscienza di coloro che gli sono vicini o che sente prossimi a sé. Andare in montagna, percorrere dei sentieri e dar modo ad altri di godere delle bellezze del nostro territorio, significa centrare uno di questi obbiettivi.

Il CAI di Cesena ha sul proprio territorio di competenza una rete sentieristica di notevoli dimensioni che si estende dai confini amministrativi con la Provincia di Rimini a sud a quelli con alcuni comuni del comprensorio forlivese a nord, in pratica coprendo parte dei territori di Mercato Saraceno e Sarsina e la totalità di quelli di Verghereto e Bagno di Romagna.

L’impegno alla impostazione e cura della rete sentieristica da parte del CAI di Cesena risale ai primi anni 2000 con il tracciamento e la segnatura iniziale di circa una trentina di sentieri e, parallelamente alla disponibilità di mezzi e persone, con la successiva installazione di segnaletica di tipo verticale corredata di tabelle. Nel 2006, quando fu eletto presidente l’indimenticabile Giovanni Collini, cominciai a interessarmi della manutenzione e della segnaletica dei sentieri ivi compresi quelli delle Foreste Casentinesi che abbiamo in gestione.

In quel periodo un piccolo gruppo di persone amanti della natura e delle escursioni, di cui anch’io facevo parte, integrava le uscite domenicali con una infrasettimanale il mercoledì. Pensai che sfruttando questa uscita per la manutenzione dei sentieri avremmo ottenuto un buon risultato e infatti, grazie alla disponibilità della “compagnia del mercoledì”, è stato proprio così.

Nel giro di tre anni la segnaletica del comparto appenninico cesenate venne aggiornata e, con l’introduzione di un semplicissimo sistema con schede numerate per ogni sentiero, che possono essere consultate in Sede, si può risalire all’ultimo intervento effettuato sul medesimo.

L’opera di manutenzione non si è mai arrestata e continua tuttora cosicché attualmente su tutto il nostro territorio la segnaletica è uniformata alle norme C.A.I. e i sentieri sono tutti percorribili piacevolmente e in maniera sicura.

Oltre alla “manutenzione ordinaria” La Sezione CAI di Cesena si è accollata (sottoscrivendo specifiche convenzioni con le controparti promotrici) anche due impegni “straordinari” che sono:

  • il “Cammino di San Vicinio” un percorso escursionistico approntato nei primi mesi del 2008 in occasione del millenario della cattedrale di Sarsina che ha appunto come Patrono S.Vicinio, per guidare nella memoria pellegrini e viaggiatori attraverso i luoghi della devozione popolare sorti tanti secoli addietro. Questo percorso si svolge in parte lungo il crinale fra il fiume Savio e il torrente Borello, poi da Sarsina attraversa le località di S.Piero in B. e Bagno di Romagna prima di entrare in Toscana per andare nei Santuari di Camaldoli e La Verna e rientrare quindi in Romagna riattraversando l’appennino a Poggio Tre Vescovi e indi per proseguire per Verghereto, Balze, Monte Fumaiolo, Celle, S.Agata Feltria, Sogliano, Borghi, Monteleone, Sorrivoli, Saiano, Abbazia del Monte di Cesena. Considerando anche alcune appendici l’itinerario è lungo 320 Km. suddivisi in 14 tappe. Con apposita e vigente convenzione il nostro sodalizio è tuttora impegnato nella gestione, cura e manutenzione dei sentieri che lo costituiscono.
  • Sentieri di Santa Maria in Bagno – una rete escursionistica composta da 18 sentieri tutti nell’ambito del Comune di Bagno di Romagna che si raccordano con i sentieri preesistenti per creare nuove opportunità di itinerari di diverse difficoltà. La collaborazione con il Comune ha poi conseguito la pubblicazione di un ottimo libro e di una cartina topografica a migliore servizio di viaggiatori, turisti ed escursionisti in genere.

Nel 2012 su sollecitazione dell’assessorato al turismo del Comune di Verghereto e il coinvolgimento dei referenti delle Pro-loco dei paesi limitrofi al Monte Fumaiolo è nata ed è in atto una intensa e proficua collaborazione che vede compartecipare la nostra Sezione, l’Unione dei Comuni Valle del Savio (rapporti regolati da specifica Convenzione) e l’Associazione FUMAIOLO SENTIERI finalizzata alla cura, manutenzione della rete sentieristica ma anche alla modificazione della stessa e alla creazione o riscoperta di nuovi percorsi. Ferma restando la competenza amministrativa al CAI sulla rete sentieristica, è stata ceduta e delegata a FUMAIOLO SENTIERI ogni attività sui sentieri inerente la segnaletica verticale e orizzontale nonché la ripulitura da vegetazione erbacea e arbustiva e la rimozione di ramaglie impeditive della migliore percorribilità. Veramente mirabile e degna di menzione l’opera svolta in modo eccellente da FUMAIOLO SENTIERI che in pochi anni hanno trasformato il comprensorio riportando la sentieristica (oltre 160 Km) in ottimale stato di fruizione a giovamento di escursionisti e bikers.

Nel 2017, da ultimo ma non per ultimo, abbiamo per così dire collaborato e “anagrafato” una rete escursionistica composta da 16 itinerari voluta e promossa dal Comune di Sogliano al Rubicone nell’ambito del proprio progetto “SENTIERI DELL’ALTO RUBICONE”: Una rete di 155 km di percorsi ambientali per trekking, mountain bike e ippoturismo nei territori di Sogliano al Rubicone e nei vicini comuni di Roncofreddo, Mercato Saraceno, Sant’Agata Feltria, Talamello e Novafeltria creata a seguito di una articolatissima e certosina operazione di mappatura, manutenzione e promozione di un intero circuito verde per una valorizzazione ambientale, turistica e naturalistica della realtà collinare delle vallate del Rubicone, dell’Uso e del Savio.

Siamo consapevoli che il lavoro che si svolge serve a tutti per camminare tranquilli e sicuri sui nostri sentieri e per questo occorre svolgerlo bene. Ringrazio a nome del C.A.I. tutti coloro che hanno partecipato e partecipano alla manutenzione e alla cura della segnaletica dei sentieri, anche con apporti minimi.

Infine vogliamo qui menzionare anche la collaborazione sorta con gli amici della Commissione Cartografia Digitale e WEB per fare in modo che, (auspichiamo a breve), tutta la rete sentieristica di competenza della Sezione CAI di Cesena possa trovare visibilità per essere consultata su pagine web mediante la creazione di mappe digitali interattive a ulteriore facilitazione di diffusione per gli escursionisti dotati di dispositivi elettronici digitali. Anche a tal proposito riportiamo di seguito la casella mail a cui indirizzare segnalazioni sulla percorribilità della rete sentieristica:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vittorio Pezzi


 Riportiamo di seguito alcuni link di rimando ad aspetti specifici menzionati e a documenti ed atti di carattere generale sull'attività condotta dal CAI sulla sentieristica:

⇒ Elenco sentieri 2018 in carico manutentivo CAI Cesena (pdf) **** ⇒ Elenco sentieri (GPX) 

 L'attività dei volontari sui sentieri - Ottobre 2012

Legge regionale 'Rete di percorsi e servizi per la fruizione escursionistica dell'Emilia Romagna (REER)'

Quaderno n° 1 'Sentieri': pianificazione, segnaletica e manutenzione - Commissione centrale CAI per l'escursionismo - edizione 2010

⇒ Il Cammino di San Vicinio - 14 tappe, 2 deviazioni e 6 collegamenti, quasi 320 km a piedi - www.ilcamminodisanvicinio.it

 

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.