La Biblioteca della Sezione "G.Collini"

  

Con una cerimonia di inaugurazione avvenuta il 23 Novembre 2019 sono stati presentati ai soci gli ampi spazi della rinnovata Biblioteca sezionale. All’evento inaugurale, a cui hanno partecipato una settantina di soci, sono intervenuti Carlo Verona, Assessore alla cultura del Comune di Cesena, Nicoletta Dall’Ara, Presidente del Consiglio del Comune di Cesena e il nostro socio  Mario Alai, curatore del volume “Salire insieme” pubblicato in occasione del 50° di fondazione del CAI di Cesena che ha offerto alcune riflessioni sull’importanza di avere una biblioteca soprattutto per i cesenati che sono comproprietari di uno dei “Patrimoni dell’Umanità” quale è la biblioteca “Malatestiana antica”. Nel suo intervento è stato sottolineato che: <<Da soli si dimentica, insieme si fa memoria. E’ la forza della comunità, qual è appunto anche il CAI. Le conquiste, le esperienze forti, le amicizie più care, sono patrimonio di un “per sempre” che vive finché noi ne custodiamo la memoria. E’ perciò bello e importante ritrovarsi fra generazioni diverse, stili e pensieri diversi: così ciascuno amplia il proprio bagaglio personale grazie alle esperienze degli altri.>>

La rinnovata biblioteca per la quale da oltre un anno erano stati avviati i lavori di riordino e definitiva catalogazione coordinati dal nostro socio Diego Del Vecchio e, per gli aspetti logistici, quelli progettati e diretti con competenza e professionalità dai soci architetti Raffaella Antoniacci e Gabriele Borghetti, è stata intitolata a Giovanni Collini, già presidente sezionale, deceduto nel 2010 a 64 anni sulle montagne che tanto amava, il quale pose le basi per la catalogazione dei volumi a disposizione e rendendo quindi possibile il patrimonio librario oggi presente in Biblioteca. Questo patrimonio è infatti costituito da circa 1300 titoli di saggistica, romanzi, manuali, cartine e mappe topografiche, raccolte di riviste e dvd.

La rinnovata biblioteca “G.Collini” ha dato avvio alle attività di consultazione e prestito a partire da mercoledì 4 dicembre 2019. La successiva fruibilità per i soci, presso la sede sezionale di Macerone di Cesena, è legata agli orari di apertura della sede ovvero tutti i mercoledì dalle 21 alle 23.  Da tenere presente che il primo ed il terzo mercoledì del mese saranno a disposizione dei soci volontari per informazioni, suggerimenti e consigli.  Il catalogo è disponibile on line; per accedere allo stesso o per consultare (tramite link in home page) quelli delle altre 114 sezioni CAI collegate,  è sufficiente collegarsi al sito: https://mnmt.comperio.it/biblioteche-cai/biblioteca-cai-sezione-di-cesena/.

Ricordiamo che attraverso il catalogo è possibile, già da casa, ricercare i volumi di interesse e verificare la disponibilità, con la possibilità di prenotarli (previa registrazione) qualora fossero già in prestito ad altri utenti. Per qualsiasi informazioni scriveteci all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il regolamento della biblioteca è consultabile sul sito del CAI Cesena al seguente link:

Regolamento biblioteca CAI Cesena

 

Club Alpino Italiano Sezione di Cesena

CAI - Sezione di Cesena

L’ Associazione denominata “CLUB ALPINO ITALIANO - Sezione di Cesena” con sigla “CAI - Sezione di Cesena”, costituita nel 1965, è struttura territoriale del Club Alpino Italiano e conta, a fine 2018, 898 Soci (suddivisi in 643 ordinari, 188 familiari, 67 giovani).

È soggetto di diritto privato, dotato di proprio ordinamento che le assicura una autonomia organizzativa, funzionale e patrimoniale.

L’Associazione:

  • ha durata illimitata;
  • non ha scopo di lucro e svolge attività di utilità sociale a favore degli associati come pure di terzi, nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati, ispirandosi a principi di democrazia e di uguaglianza;
  • è indipendente, apartitica, aconfessionale ed uniforma il proprio ordinamento allo Statuto ed al Regolamento Generale del Club Alpino Italiano.
  • ha per scopo di promuovere l’alpinismo in ogni sua manifestazione, la conoscenza e lo studio delle montagne, specie quelle del territorio in cui si svolge l’attività Sociale, e la tutela del loro ambiente naturale.

Per conseguire tali scopi, provvede:

  • al tracciamento, alla realizzazione e alla manutenzione dei sentieri; (1)
  • alla diffusione della frequentazione della montagna con attività Alpinistica ed Escursionistica, svolte liberamente dai Soci;
  • alla organizzazione e all’attuazione di corsi d’ Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera tramite gli istruttori della: o Scuola di “Pietramora” partecipata dalle Sezioni CAI romagnole; o e della nostra Scuola Sezionale di Escursionismo “Bonatti - Fogar”; (4)
  • promuove l’organizzazione e la gestione di diverse iniziative: dall’alpinismo giovanile, alla Mountain Bike fino al trekking urbano. (2)
  • alla promozione, anche in collaborazione con Enti e Associazioni, di attività scientifiche, culturali, artistiche e didattiche per la diffusione della conoscenza di ogni aspetto della montagna, anche al fine di valorizzarne il patrimonio storico, artistico, ambientale, nonché delle tradizioni locali;(3)
  • a promuovere ogni iniziativa idonea alla tutela ed alla valorizzazione dell’ambiente montano;(3)
  • a provvedere alla sede dell’associazione, a curare la biblioteca, la cartografia e l’archivio. (5)

Iscritta al Registro Comunale delle Associazioni di Promozione Sociale del Comune di Cesena collabora, fra l’altro, sia con l’ASL Romagnola che con diverse Associazioni impegnate in progetti innovativi a beneficio di persone con disabilità o alla promozione della salute attraverso l’attività fisica:

  • ANFASS/CILS, escursioni mirate in Appennino;
  • ANGLAD, camminate sui percorsi di Cesena Cammina;
  • AMICI DI CASA INSIEME con la CAMMINATA Cesena-Cesenatico, contestuale alla Maratona, quale evento nell’ambito della giornata per l’Alzheimer.

Tramite la Scuola Sezionale di Escursionismo FOGAR – BONATTI organizza, annualmente, almeno un corso foto-escursionistico aperto a persone interessate a percorsi di recupero fisico/psichico post trauma o ... altro.

Pubblica, una propria rivista quadrimestrale, “Il Fumaiolo” in 1.100/1.200 copie che invia ai propri Soci e distribuisce a Enti, Associazioni, Biblioteche ecc.

1) Attività Commissione Sentieri:

 • Convenzione con l'Unione dei Comune Valle del Savio per la manutenzione ordinaria della rete sentieristica nel territorio dell'Unione dei Comuni; la Sezione collabora con il   Comune di Bagno di Romagna per le stesse finalità inerenti la rete dei sentieri di S.Maria in Bagno e con le diverse Pro Loco e associazioni fra cui "Fumaiolo Sentieri";
 • Convenzione con l’Associazione “Amici del Cammino di San Vicinio” per la manutenzione ordinaria, del Cammino di   San Vicinio per circa 340 Km;
 • Convenzione pluriennale con il P.N.F.C. (Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi M. Falterona e Campigna) per il monitoraggio e la manutenzione dei sentieri del Parco per 69,6 Km (dato aggiornato nel 2016).  
 

  2) Attività Commissione Escursionismo:   

 • promuove e organizza escursioni, in ambiente montano, infrasettimanali, pre e festivi;
 • promuove e organizza escursioni di uno o più giorni, nonché i soggiorni in località dell’Appennino e Alpino;
 • promuove l’organizzazione di trekking di più giorni, aperti ai Soci CAI, sul Cammino di San Vicinio o in Appennino;
 • si impegna ad organizzare accompagnamento, sulla base dell’accordo CAI Centrale – MIUR del 2012. in zona Monte Comero/Fumaiolo   e nel P.N.F.C. di scolaresche, e insegnanti, per escursioni ludico - didattiche:
 • promuove camminate in Città, aperte a tutti, tramite l’attivazione e l’organizzazione dei Gruppi di Cammino (Cesena Cammina,   Longiano Cammina, Cesenatico Cammina, Gambettola Cammina ecc.).
 

 Attività Commissione Alpinismo Giovanile:

• organizza escursioni ed attività diverse rivolte a giovani e famiglie;
• collabora con le Parrocchie e/o con altre aggregazione di Cittadini, così come con Gruppi Scout, nell’ambito dell’accordo CAI Centrale – SCOUT del 2009.
 

3) Attività Commissione T.A.M. (Tutela Ambiente Montano) e O.N.C. (Operatore Naturalistico Culturale):

• accompagnamento nelle escursioni, in zona Monte Comero/Fumaiolo e nel P.N.F.C. di scolaresche e insegnanti, per escursioni ludico – didattiche;
• collaborazione con la Società delle Fonti ad alcune iniziative nel MUSEO IDRO e nei CENTRI VISITA del P.N.F.C (presentazione libri e mostre fotografiche);
• tiene corsi a tema della Scuola Sezionale di Escursionismo di vari livelli e tipologie.
 
 

 4) Attività formativa tramite le Scuole sezionale e intersezionale:

• Corsi di Formazione tramite le nostre Scuole: Scuola Sezionale di Escursionismo “Fogar – Bonatti” e la Scuola, intersezionale, di Alpinismo “Pietramora”;
 

 

5) Attività gestione Biblioteca archiviazione, catalogazione informatica e digitale, custodia e servizio di prestito dell'ampia documentazione bibliografica, cartografica ed editoriale che costituisce il compendio della rinnovata Biblioteca "G. Collini"; Attraverso l'accesso via web al catalogo on-line è possibile, già da casa, ricercare i volumi di interesse e verificare la disponibilità, con la possibilità di prenotarli (previa registrazione) qualora fossero già in prestito ad altri utenti. Per info:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Il regolamento della biblioteca è consultabile sul sito del CAI Cesena al seguente link:Regolamento biblioteca CAI Cesena

 

 

Coro Sezionale:

• coro a quattro voci miste, con repertorio di canti alpini e folkloristici della tradizione Romagnola;

Perchè iscriversi al CAI di Cesena

Per le ragioni ideali che accomunano gli amanti della montagna e anche per quelle pratiche che riguardano coloro che la frequentano.

Essere Soci del CAI non significa solo agevolazioni: equivale anche a sostenere un'associazione che da sempre opera, sotto i vari aspetti pratici, culturali ed ambientali, per la montagna, per chi ci vive e per chi ci và.

Soprattutto, essere iscritti al CAI  di Cesena significa godere di particolari servizi e di usufruire di tutte le molteplici attività del Club:

  • una segreteria aperta ogni mercoledì sera non festivo dalle 21.00 alle 23.00 per risolvere ogni esigenza dei Soci
  • scuole e corsi di arrampicata, escursionismo
  • organizzazione di gite sociali di tipo escursionistico in alpi, appennini e all'estero
  • sconti presso tutti i rifugi CAI
  • copertura assicurativa per intervento del Soccorso Alpino,sia per attività organizzata dal CAI che per attività personale; assicurazione sugli infortuni eventualmente patiti durante lo svolgimento di attività organizzate dal CAI.
    La polizza prevede i seguenti massimali: caso morte € 55.000,00 - Invalidità permanente: € 80.000,00 - Rimborso spese di cura: € 1.600,00. All'atto del rinnovo (o dell'iscrizione), versando € 4 in più oltre al costo associativo, il Socio può richiedere l'aumento dei massimali che in tal caso diventano: caso morte € 110.000,00 - Invalidità permanente: € 160.000,00 - Rimborso spese di cura: € 2.000,00
  • serate di proiezione foto e video
  • incontri culturali
  • partecipazione ad azioni di tutela dell'ambiente montano
  • coro alpino - folcloristico e varie attività sociali
  • abbonamento a "Montagne360°" (mensile e online), a "Lo Scarpone" (online) e a "Il Fumaiolo" (trimestrale e online): riviste di storia e cultura della montagna, dell'alpinismo e di informazione sulla vita associativa
  • accesso alla Biblioteca Sezionale
  • sconti presso negozi di articoli sportivi e non solo
  • la possibilità di entrare nel vero spirito della Montagna!

Qui è disponibile l'elenco degli esercizi che attualmente riservano uno sconto ai Soci del CAI di Cesena.

Cos'è il Club Alpino Italiano

IL CLUB ALPINO ITALIANO è un’associazione con una storia di 150 anni

Costituito il 23 Ottobre 1863 a Torino, anche se si può affermare che la sua fondazione ideale sia avvenuta il 12 agosto dello stesso anno, durante la celeberrima salita al Monviso ad opera di Quintino Sella, Giovanni Baracco, Paolo e Giacinto di Saint Robert, - il Club Alpino Italiano - è una libera associazione nazionale che, come recita l’articolo 1 del suo Statuto, “ha per iscopo l’alpinismo in ogni sua manifestazione, la conoscenza e lo studio delle montagne, specialmente di quelle italiane, e la difesa del loro ambiente naturale”.

L’Associazione è costituita da Soci riuniti liberamente in Sezioni, coordinate in raggruppamenti regionali: a dicembre 2011 i Soci del CAI risultano essere 319.467, che partecipano alle attività di 496 Sezioni e 308 Sottosezioni appartenenti a 21 gruppi regionali di cui 2 raggruppamenti provinciali (Trentino e Alto Adige).

All’interno dell’ordinamento italiano, la struttura centrale del Club Alpino Italiano si configura come un Ente pubblico non economico, mentre tutte le sue strutture periferiche (Sezioni, raggruppamenti regionali e provinciali) sono soggetti di diritto privato.

In particolare, in applicazione della legge 24 dicembre 1985, n. 776 relativa a nuove disposizioni sul Club Alpino Italiano, l’Associazione provvede, a favore sia dei propri Soci sia di altri e nell’ambito delle facoltà previste dallo Statuto:

  • alla diffusione della frequentazione della montagna e all’organizzazione di iniziative alpinistiche, escursionistiche e speleologiche, capillarmente diffuse sul territorio nazionale;
  • all’organizzazione ed alla gestione di corsi d’addestramento per le attività alpinistiche, sci-alpinistiche, escursionistiche, speleologiche, naturalistiche volti a promuovere una sicura frequentazione della montagna;
  • alla formazione di 23 diverse figure di titolati (istruttori, accompagnatori ed operatori), necessarie allo svolgimento delle attività citate;
  • al tracciamento, alla realizzazione e alla manutenzione di sentieri, opere alpine e attrezzature alpinistiche;
  • alla realizzazione, alla manutenzione ed alla gestione dei rifugi alpini e dei bivacchi d’alta quota di proprietà del Club Alpino Italiano e delle singole Sezioni – quantificati ad oggi in 774 strutture per un totale di 23.044 posti letto - fissandone i criteri ed i mezzi;
  • all’organizzazione, tramite il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), struttura operativa del CAI, di idonee iniziative tecniche per la vigilanza e la prevenzione degli infortuni nell’esercizio delle attività alpinistiche, escursionistiche e speleologiche, per il soccorso degli infortunati o dei pericolanti e per il recupero dei caduti;
  • alla promozione di attività scientifiche e didattiche per la conoscenza di ogni aspetto dell’ambiente montano nonché di ogni iniziativa idonea alla protezione ed alla valorizzazione dell’ambiente montano nazionale, anche attraverso l’operato di organi tecnici nazionali e territoriali;
  • alla promozione di iniziative di formazione di tipo etico-culturale, di studi dedicati alla diffusione della conoscenza dell’ambiente montano e delle sue genti nei suoi molteplici aspetti, della fotografia e della cinematografia di montagna, della conservazione della cultura alpina;
  • all’organizzazione ed alla gestione di corsi di preparazione professionale per guida speleologica nonché di corsi di formazione professionale per esperti e rilevatori del Servizio Valanghe Italiano (SVI).

L’entusiasmo del grande apporto volontaristico che lo contraddistingue nel panorama associazionistico italiano ha permesso di concretizzare nel tempo un ampio ventaglio di realizzazioni a favore della montagna e dei suoi frequentatori quali rifugi, bivacchi, sentieri, rimboschimenti, opere sociali.

 

Direttivo CAI Cesena

Direttivo CAI Cesena

 CAI SEZIONE DI CESENA – CARICHE SOCIALI 2018 2019 2020

 

Consiglio Direttivo

Presidente - Presepi Pasqua

Vice Presidente - Casanova Francesco

Tesoriere - Bianchi Roberto

Consigliere - Bulgarelli Stefano

Consigliere - Caimmi Gino

Consigliere - Campoli Manuela

Consigliere - Cola Luciano

Consigliere - Francisconi Flavio

Consigliere - Forti Stefano

Consigliere - Gentilini Stefano

Consigliere - Roverelli Ettore

 

Segretario

Bratti Piero

 

Collegio dei Revisori dei Conti

Donati Pierangelo

Neri Alessandro

Stagliano Domenico (Mimmo)

 

Delegati Sezionali

Donati Pierangelo

De Santi Monica

 

 

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.